mercoledì 5 dicembre 2012

La torta allo jogurt della mia infanzia e un po' di granella di nocciola!

Inizio così: PERDONATEMI!
E' vergognoso che non scrivo da settembre!
Non lo farò più, ve lo prometto...tanto più che siamo a dicembre e la voglia di cucinare è al massimo!

Arriva Natale! *.*

Oggi ho fatto la classicissima torta allo jogurt, quella che mia mamma ha fatto per tutta la mia infanzia...assieme alla torta di mele, of course!
Torta allo jogurt significa famiglia..
Significa semplicità..
E significa casa!

Lo scorso fine settimana io e Riky siamo andati a fare la spesona e mi sono attrezzata di jogurt, perchè adoro preparargli io la colazione..anche se non sempre riesco a farlo, ma quando posso preferisco che si mangino cibi genuini..
E ho comprato anche dei dolcissimi jogurt alla vaniglia, e nel trasporto a casa uno dei due mi si è "bucato", alchè c'era la necessità di usarlo il prima possibile, ed eccomi qui!
Poi oggi piove, e cosa c'è di più piacevole di accendere il forno e riscaldare la casa con un dolce profumino? *_*



Ingredienti: (per una teglia di 26 cm)

° 3 uova
° 2 vasetti di zucchero
° 2 vasetti di jogurt (il gusto sceglietelo voi!)
° 1 vasetto d'olio
° 3 vasetti di farina 00
° 1 bustina di lievito per dolci

Il procedimento è talmente banale che non ve lo scrivo neanche!
Piuttosto, la torta deve cuocere nel forno pre-riscaldato a 180° per 40 minuti circa!

Ma volevo che la torta fosse carina, anche perchè in un punto non aveva lievitato benissimo, così l'ho prima ricoperta di uno strato finisssimo di cioccolato, e poi di granella di nocciola!
E l'ho tagliata a quadrotti!

E' una ricetta semplicissima e di sicura riuscita!

Buon appetito!

giovedì 13 settembre 2012

Riso Venere su un letto di porri e zucca, con pancetta croccante

Ciao a tutti!

Vi devo confessare una cosa: IO AMO IL RISO VENERE!
Sono felicissima d'averlo incontrato! <3
E anche R. ne è contentissimo.

Ieri ho cucinato il riso venere per la seconda volta, con una ricetta differente dalla prima..che si, non ho postato perchè le foto erano orribili, ma a breve provvederò a rifarla e rendervi partecipi.
Stavolta, i colori erano il nero, l'arancio..fa un po' Halloween!

Eccolo qua!

Ingredienti:


  • 140 gr di riso Venere
  • sale q.b.
  • 300 gr di zucca
  • 1 porro
  • 50 gr di pancetta
  • olio evo
Punto uno: mettere l'acqua a bollire e salarla.
Dopodichè, una volta che ho messo il riso a cuocere, ho tagliato grossolanamente la zucca e l'ho messa a cuocere al vapore sopra il riso Venere che cuoceva..
In 35/40 minuti il riso era cotto e anche la zucca.
Nel frattempo ho tagliato a rondelline il porro e l'ho messo a stufare in una padella con neanche un cucchiaio d'olio...
Una volta che il riso è pronto, l'ho scolato e messo in una scodella, a raffreddare.
Invece la zucca l'ho ulteriormente tagliata e l'ho fatta stufare un po' insieme al porro, aggiungendo sale e pepe.
Queste cose io le ho preparate all'ora di pranzo..per cena, perchè il riso Venere mi piace moltissimo a temperatura ambiente.
Perciò all'ora di cena, ho messo semplicemente in una padellina antiaderente la pancetta a rosolare, senza NIENTE, anzi, ho provveduto precedentemente a levare tutto il grasso che c'era..un po' perchè non mi piace, un po' perchè il piatto fosse il più light possibile!
Nel frattempo, ho impiattato..e ho disposto la pancetta croccante (pochissima) sopra il "tortino" di riso Venere..un pizzichino di sale e una goccia d'olio d'oliva: ed ecco pronto!



Che bei colori!

Bon appetit!

Marta

martedì 11 settembre 2012

Fusilli di kamut con zucchine..e cozze!

Buongiorno e buon Settembre!

Si, si...lo so, sono un po' in ritardo..siamo già all'11 settembre e non ho ancora postato nessuna ricetta.
Sono un po' latitante, però ecco: mi dimentico di postare, ma succede anche che non ho moltissima voglia..di cucinare!
Soprattutto ora che mi sto dando al light, l'entusiasmo non è a mille!

Infatti, quella di oggi è una ricetta/esperimento: è stata la mia iniziazione al meraviglioso mondo del Kamut.
Già da un annetto mi sono avvicinata all'integrale, ma ecco, nella pasta ad esempio il sapore rimane caratteristico, forte nonchè piacevole..invece il kamut è come il grano, e tiene incredibilmente la cottura.
Mi è piaciuto molto, e anche dal mio ragazzo ha ricevuto pienissimi voti!
Certo, costa più della pasta normale..ma ne vale veramente la pena, anche in quanto a salute!

Ma veniamo a noi:

Ingredienti (per 2):

  • 140 gr di fusilli di kamut
  • 3 zucchine verdi belle grosse
  • olio evo
  • prezzemolo
  • aglio
  • 400 gr di cozze
E' semplicissimo il procedimento!
Cuocete le zucchine, dopo averle lavate e tagliate, e cuocetele con un filo d'olio d'oliva e uno spicchio d'aglio...(no, non sono come gli italiani citati da Buddy ahahahahah)!
A fine cottura, aggiungete le cozze, e sgusciatele, salate solo dopo aver messo le cozze, poichè la loro salinità potrebbe non aver bisogno d'essere accentuata!
Una volta che i fusilli sono al dente, li scolate e li saltate con un po' d'acqua di cottura!
Spolverate con un po' di prezzemolo!

E buon appetito..questo piatto è godurioso.



Alla prossima!

Marta

lunedì 20 agosto 2012

Tagliatelle al pesce spada al profumo di limone

Ciao cari!
E buon inizio di settimana...siamo alla fine di agosto, e oserei dire: finalmente.
Questo caldo non lo sopporto più.
Mi fa passare la voglia di cucinare e di truccarmi, durante la giornata non vedo l'ora di buttarmi in doccia e sto diventando dipendente dall'aria condizionata!
Male!
Intanto, in questo periodo sto amando il pesce e i crostacei, ma purtroppo la mia dolce metà non può mangiare crostacei, perciò cucino soltanto pesce (i gamberi me li prepara mamma <3) e questa che mi appresto a raccontarvi è una ricettina semplicissima ma veramente deliziosa!
E anche fresca!


Ingredienti (per 2 persone):

  • massimo 200 gr di tagliatelle all'uovo
  • 2 belle fette/tranci di pesce spada
  • prezzemolo e aglio
  • 1 limone non trattato
  • sale q.b.
  • olio evo
Come avrete notato gli ingredienti che servono sono pochissimi.
Il pesce spada ha un sapore molto molto delicato e piacevole e io preferisco non nasconderlo con altri ingredienti, bastano questi per esaltarlo!
Io ho usato dei tranci di pesce spada surgelati, e devo dire che sono veramente di qualità!
Per prima cosa, puliamo il pesce spada dalla pelle e dall'osso e se ci sono togliamo le spine, stiamo attenti!
Lo tagliamo a cubetti.
Buttiamo le tagliatelle nell'acqua bollente e salata.
Intanto, in una padella facciamo scaldare un filo d'olio d'oliva e facciamo cuocere i cubetti di pesce spada, ci vogliono pochissimi minuti perchè cuociano al punto giusto.
Dovranno risultare tenerissimi, altrimenti significa che sono troppo cotti!
Mettiamo un po' di trito d'aglio e prezzemolo, non esageriamo.
Quindi, scoliamo la pasta lasciando un po' d'acqua di cottura e mantechiamo nella padella col pesce spada.
Infine, tritiamo un po' di scorza di limone!

Vedrete, sarà buonissimo!
(io l'ho mangiata anche il giorno dopo ed era fantastica...)

Buon appetito!

domenica 12 agosto 2012

Insalata carlofortina con "tunnina" (tonno sotto sale)

Bonjour e buona domenica!

Oggi ho deciso di presentarvi una ricetta un po' particolare e ricercata, della tradizione carlofortina: la "tunnina", che è il delizioso tonno sotto sale.
Si usa soprattutto in un'insalata freschissima, e saporitissima.
E' storica per me questa ricetta, ricordo che ogni volta che io, mamma, papà e mio fratello andavamo a Carloforte dai nonni..e partivamo col traghetto la sera, c'era nonna che per cena proponeva sempre due cose negli anni: insalata di riso o...TUNNINA!
Tanto che, diventati grandi, io e mio fratello ci abbiamo pensato e ce ne siamo resi conto e...abbiamo iniziato a chiamare nonna e a chiederle "Allora, nonna! Cosa ci fai stasera? Insalata di riso o tunnina!?!?" E lei, ingenua e preoccupatissima di viziarci, non l'ha più fatta pensando che non ci piacesse! 
E invece per me è un dolcissimo ricordo!
E il mio fidanzato la prima volta che l'ha assaggiata ha raggiunto i 3 piatti: è meravigliosa!
Eccola!

Ingredienti:

  • tonno sotto sale, 500 gr
  • facusse, 2
  • gallette, circa 5/6
  • pomodorini, una 15ina
  • olio evo
Faccio un appunto su alcuni ingredienti, che non sono molto usuali e neanche molto conosciuti.
Le facusse sono delle verdure simili ai cetrioli, sono lunghe lunghe e delle volte anche attorcigliate, hanno la buccia finissima (che si mangia) e leggermente pelosetta, sono buonissime.
Le gallette invece sono delle "focaccine" di pane secco però, anch'esse tipiche carlofortine, che si mangiano anche così al naturale, in questo caso sono ammollate nell'acqua!

Quindi, iniziamo con la ricetta!
La primissima cosa da fare è lavare il tonno sotto sale, io lo lavo dapprima intero, poi via via lo taglio in pezzi, sempre più piccoli, sino ad arrivare alla dimensione voluta per l'insalata..e come faccio per sapere se è abbastanza dissalato? Assaggio! Si deve sentire la salinità, ma non dev'essere eccessiva!
Dopodichè, il lavoro sta tutto nel tagliare la verdura, unire i pezzetti di tonno e infine ammollare le gallette, un filo d'olio e l'insalata è pronta!
Io solitamente la preparo qualche ora prima, e la metto in frigo, in tal modo il sapore è più omogeneo!
Non aggiungete sale, sarà sufficiente quello del tonno!



Ecco qua!
Vi leccherete i baffi...anche se non li avete! eheh!

Buon appetito!
Marta

martedì 7 agosto 2012

Ritorno estivo con...cheesecake ai frutti di bosco!

Ma ciao a tuttiiiiiiiiiiiii!

Si, ero dispersa.
E' incredibile che non scrivo da fine maggio.
Mea culpissima, dopo le elezioni mi sono dedicata alla casa nuova, e ho avuto poco tempo per scrivere e troppo caldo per cucinare.
Ho avuto il "blocco del cuoco"! :D
Passare da cucinare per minimo 6 persone ogni giorno a cucinare per 2 mi ha destabilizzato.
Sbagliavo le quantità, facevo la spesa per un reggimento e...sono sincera, non avevo proprio voglia di cucinare per me sola soletta a pranzo, un insalata e via!
E anche questo caldo, non mi ispira cucina, i fornelli emanano caldo e anche il forno.

Ultimamente, invece ho "dovuto" cucinare visto il mio compleanno e inizio con questo buonissimo cheesecake!

Ingredienti: (per una tortiera di 26 cm)


  • 300 gr biscotti
  • 100 gr burro morbido
  • 2 confezioni di formaggio spalmabile da 125 gr
  • 500 gr panna da montare
  • 100 gr zucchero a velo
  • 1 yogurt magro
  • 9 gr colla di pesce
  • aroma di vaniglia
  • 200 gr frutti di bosco
Prima cosa da fare: la base di biscotto.
Lasciate ammorbidire il burro e nel frattempo tritiamo i biscotti nel mixer.
Uniamo il burro e versiamo nella tortiera, io solitamente metto nella base la carta forno!
Rendiamo la base omogenea con un cucchiaio, picchiettando.
Mettiamo in frigo!
Occupiamoci della crema!
Anzitutto, ricordiamoci di mettere la panna in frigo e anche il contenitore, si monterà meglio!
Poi, prendiamo il formaggio e lo yogurt e li ammorbidiamo, aggiungiamo lo zucchero a velo.
Mettiamo a bagno la colla di pesce sinchè non si ammolla.
Poi la mettiamo in un pentolino con un po' di yogurt e la facciamo sciogliere.
Montiamo la panna!
Amalgamiamo omogeneamente il tutto, aggiungendo la fialetta di aroma alla vaniglia.
Ora, togliamo dal frigo la tortiera e aggiungiamo il composto, facendo attenzione a livellarlo bene!
Ri-mettiamo in frigo e quando vogliamo decoriamo con i frutti di bosco!
La cheesecake deve stare in frigo almeno 4/5 ore prima d'essere servita!


Bon appetit!!!!

Marta

venerdì 25 maggio 2012

Pasta e faglioli...grintosa!

Buongiornooooooooooooooooo!


Peeeerdonatemi, anzitutto per la mia assenza!
Pensavo che vivendo nella casetta nuova avrei avuto tempo e fantasia per postare moltissime ricette..invece..INVECE son capitate le elezioni e conseguente campagna elettorale.
E siccome la sottoscritta è candidata per Consigliere Comunale..c'è taaanto da fare!
E magari potevamo anche essere felici di girare per il paese col sole, invece neanche lui ci ha assistito...
Ma speriamo bene!


E..in una giornata molto molto uggiosa ho colto l'occasione per fare una tradizionalissima "Pasta e fagioli" che il mio ragazzo adora...e ora la adora anche di più!





Ingredienti:




  • 200 gr pasta mista, rotta
  • 240 gr fagioli cannellini sgocciolati
  • metà cipolla grande
  • una carota media
  • olio evo
  • 60 gr pancetta affumicata
  • sale q.b.
Prima cosa: tagliamo finemente la cipolla e la carota, e le mettiamo a soffriggere con un filo d'olio evo in una pentola di media dimensione. Scoliamo i fagioli, e quando il soffritto è dorato e bello profumato, li aggiungiamo con un po' d'acqua.
Lasciamo cuocere per circa 15 minuti, aggiungendo acqua se necessario.
Nel frattempo, tagliamo a striscioline la pancetta e la mettiamo in una padellina a dorarsi, senza olio, cosicchè si sciolga il grasso.
Aggiungiamo la pancetta ai fagioli, e saliamo.
Allora, a parte riscaldiamo un po' d'acqua, e la mettiamo sino a coprire tutto il condimento..e aggiungiamo la pasta opportunamente spezzettata a caso!
E la lasciamo cuocere aggiungendo di tanto in tanto acqua calda, sinchè non è cotta e l'acqua si sia consumata..affinchè non diventi una minestra, ma sia abbastanza asciutta.
Controlliamo se va bene di sale...e serviamo!
Io direi..tiepida!








Eccola servita...provate, è squisita!

Buon appetito..
Marta!

mercoledì 9 maggio 2012

Plum-cake ai funghi, prosciutto ed emmental

Salve a tutti!


Avete visto che bel sole che c'è oggi?


M'è venuta un po' di tristezza questo pomeriggio, mi manca il mio fidanzato e quindi, ho deciso di preparargli una torta..così, una piccola coccola dopo il lavoro per sentirlo più vicino.
Naturalmente, posto che mi venga bene nel forno nuovo, la posterò.
Invece, oggi vi posterò una delle ricettine del buffet goloso: il plum-cake salato!



Ingredienti:

  • 300 gr farina 00
  • 3 uova medie
  • 100 ml latte (io ho usato quello ad alta digeribilità)
  • 100 ml olio evo
  • sale q.b.
  • 30/40 gr parmigiano 
  • 100 gr funghi champignons
  • 200 gr emmental
  • 100 gr prosciutto cotto a dadini
  • 1 bustina di lievito di birra liofilizzato
Anzitutto, come al solito, montiamo le uova sino a raggiungere un bel composto bianco e spumoso.
Poi incorporiamo prima il latte e poi l'olio.
Il sale, e piano piano la farina, facendo attenzione a non far formare grumi.
Uniamo il parmigiano e il lievito e amalgamiamo per bene.
Infine, aggiungiamo tutti gli ingredienti "a dadini": i funghi, il formaggio e il prosciutto e mescoliamo con una spatola, in modo che siano ben distribuiti.
Foderiamo lo stampo per plum-cake con la carta forno, e ci mettiamo il composto.
Facciamo lievitare per 50 minuti a 50° in forno.
Dopodichè, facciamo alzare la temperatura nel forno sino a 180° e ri-inforniamo.
Il plum-cake cuoce in circa 30/35 minuti...ovviamente fate la prova stecchino per sicurezza!

Fate sfreddare e tagliate a fette...è servito!
Gnam gnam!


A presto...
Marta

martedì 8 maggio 2012

Un buffet goloso per amici divertenti!

Buonasera!


Mi trovo ancora una volta a dover aspettare il mio ragazzo, che come al solito viene trattenuto a lavoro sino a tardi..ma è possibile che non capiscano che la vita non è solo lavoro?
Anzi, lavorare dovrebbe servire per vivere, ma se poi hai un paio d'ore libere e sei stanchissimo..che vita è!
In attesa che finisca questo periodo faticoso, cerco di fare la brava fidanzatina e preparare le cose buone per cena...anche se, devo dire..che..mi devo abituare alla nuova cucina!
E vorrei avere tante cose in piùùùù, ma arriveranno!


Ho diverse ricette in sospeso, ma oggi vi posterò il buffet che abbiamo preparato sabato per la festa dedicata agli amici per i 25 anni di matrimonio dei miei genitori!
Quindi saranno diverse foto e le ricette ve le inizierò a dire oggi e proseguirò giorno per giorno!

Panoramica della tavola n° 1.


Plum-cake ai funghi, prosciutto cotto, emmental.


Rotolini di zucchine grigliate con spuma di salmone e salmone affumicato.

Cestinetti di brisé con ricotta, pancetta affumicata e belga.





Insalata di surimi, pomodorini, ceci e prezzemolo.

Cascà tabarkino!



Ciambellone al gorgonzola e speck!

Panoramica tavola n° 2


Cheesecake al salmone e rucola.


Quale ricetta metterò per primaaaaaaaaaaaaaaa?




Marta

giovedì 3 maggio 2012

Torta della nonna...aromatizzata alla cannella!

Salve gente!


Rieccomi con una ricetta, dai lo ammetto...l'avevo in arretrato, col trasloco ho avuto poco tempo, ma ora recupero!


Questo è un dolce classicissimo, una bomba di calorie, l'avevo mangiata una volta dalla mia nonna e un'altra volta da una carissima amica di famiglia..e che bontà, finalmente l'ho fatta...anche se leggermente modificata, e ha riscosso moltissimo successo!


Quel giorno ho fatto la pizza (a casa dei miei), io di solito la impasto la mattina per la sera, per farla lievitare per bene al fine di preservare gli stomaci di chi la mangia..e avevo voglia di sporcarmi le mani con la farina e lo zucchero..e quindi, mentre tutti dopo pranzo dormivano, mi sono data da fare!
Ho voluto però darle un tocco "speziato" con la mia adorata cannella!




Ingredienti: (per uno stampo da 26 cm)


..per la frolla:

  • 400 gr farina 00
  • 200 gr di burro freddo
  • 4 tuorli
  • 1 pizzichino di sale
  • 150 gr di zucchero
  • una bustina di vanillina
...per la crema pasticcera aromatizzata alla cannella:
  • 1/2 litro di latte (io l'ho usato ad alta digeribilità)
  • 4 tuorli
  • 50 gr di farina o maizena 
  • 180 gr di zucchero
  • cannella in polvere q.b.
..pinoli a volontà!

Per prima cosa...sporchiamoci le mani.
Disponete la farina su un piano di legno e metteteci il burro a fiocchi, e iniziate ad amalgamare, finchè la farina non diventa "grumosa".
Aggiungete i tuorli e lo zucchero, e la vaniglina..e il pizzichino di sale, amalgamate sino ad ottenere una frolla omogenea..formate una palla, ricopritela di pellicola trasparente e mettetela a riposare in frigo.
Sarebbe meglio farla riposare un giorno, io ho fatto la rivoluzionaria e l'ho fatta riposare un'oretta...ma più riposa, meglio è!

Diamoci alla pasticcera cannellosa!
Facciamo sobbollire il latte, mettendoci già la cannella.
Nel frattempo montiamo i tuorli con lo zucchero e infine la farina, facendo diventare il composto spumoso e chiaro..poi versiamo qualche cucchiaio di latte e rendiamo omogeneo e più liquido il composto, dopodichè lo versiamo nel pentolino e mettiamo a fiamma bassa...e giriamo giriamo giriamo, sinchè la crema non avrà raggiunto la densità desiderata!
La facciamo riposare un po'.

Quindi, stendiamo la frolla, e ci versiamo la crema pasticcera, ricopriamo e cospargiamo di pinoli e una spruzzatina di cannella.

Cuociamo nel forno pre-riscaldato a 180° per circa 40 minuti...quando risulta dorata la superficie, è pronta la torta!

La facciamo riposare e raffreddare, e poi la cospargiamo con lo zucchero a velo!



E buon appetito!

Marta

mercoledì 2 maggio 2012

Dalla casa nuova..ci siamo!

Heilà!

Vi scrive Marta, in direttissima dalla penisola di quel splendido divano grigio chiaro della casetta nuova.
La NOSTRA casetta nuova.
Intendo, di Ricky e mia!

Infatti, questo non sarà un post culinario (ho anche parecchi arretrati), bensì un post un po' sentimentale e di grande novità.
Era ottobre quando questa casa è diventata nostra, e abbiamo iniziato a pensare come volevamo diventasse..e da due o tre modifiche, la mano è stata pesante e ci son voluti mesi, ed ora..eccoci qua.
Dopo mesi e mesi di lavori, macerie, tubature nuove, rasante, vernici, preventivi..e tanto entusiasmo, arrabbiature, ansia, speranza: CE L'ABBIAMO FATTA.
Siamo qui, e questa casa è bellissima e siamo noi che l'abbiamo fatta diventare così bella.
La parete del soggiorno è di quel rosso appassionato che avevamo immaginato.
E la cucina..la cucina è moderna, ma anche romantica e calda, come dev'essere a CASA.
Il pavimento è legno chiaro, fresco, luminoso e accogliente.
La camera da letto profuma di legno, e il lettone è enorme, il verde è rilassante e giovane, frizzante, come NOI.

Non sembra vero, e invece lo è.
Riccardo se ne renderà conto stasera, quando tornerà da lavoro stanchissimo, e ci sarò "solo" io, e gli avrò preparato qualcosa di buonissimo, come ho sempre sognato.
E io me ne sto rendendo conto adesso, che mamma mi ha appena chiamata, ed eravamo in due case diverse, lei nella casa della mia infanzia, nella casa in cui sono cresciuta, ed io..io nella casa della nuova mia vita, con il mio amore.
Ed è così strano, sono tante sensazioni che si rincorrono.
Tranquillità, questa casa non può non mettere tranquillità.
Incredulità, entusiasmo, novità, tante idee.

Per tutto questo, voglio dire grazie.
Grazie a Riccardo, amore mio, ce l'abbiamo fatta, incredibile eh? N-O-I
Grazie a mio papà, che si è fatto un mazzo tanto per farci tutti i lavori, anche quelli che ha imparato a fare qui, solo con la voglia di farci felici, per me e per il mio futuro.
Grazie a mia mamma, che già mi manca, che ci ha dato preziosi consigli, e continuerà a darceli, sempre mamma è.
Grazie a mio suocero, che con la sua precisione e serenità ha sempre messo a posto tutti i danni di noi, nervosetti.
Grazie a mia suocera, che mi ha lasciato il suo "bambino"!!!!!
Grazie all'IKEA, grazie a Seu&Carta per la meravigliosa cucina e per la disponibilità!
Grazie a tutti quelli che ci hanno sostenuto durante questi mesi di duro lavoro, compresi gli amici che ci hanno dato per dispersi!

E dopo la dovuta lacrimuccia, vi saluto..col mio meraviglioso "cuore rosso con abbraccio"!





Marta

martedì 24 aprile 2012

Brownies (e i vizi al fidanzato!)

Buongiorno!

Eccomi qui con una nuova ricetta..dolce!
E anche questa è americana..
Sapete, in questo periodo il mio fidanzato a lavoro sta facendo orari faticosi e stressanti, e mi andava di viziarlo un pochettino, visto che lui ama il cioccolato, soprattutto fondente, e io invece non lo apprezzo particolarmente...e finisce sempre che preparo dolci con la frutta, o comunque..non cioccolatosi...e stavolta, il dolcetto l'ho fatto su misura per lui.
Avevamo assaggiato i brownies in una ristorante tex-mex che adoriamo e non li avevo mai provati a cucinare: troppo "neri" per i miei gusti!
Finalmente, mi sono adoperata, complice anche il cioccolato fondente dell'uovo di Pasqua che mi è stato regalato..ed eccoli qua!


Ingredienti: 

  • 240 gr di cioccolato fondente
  • 400 gr di zucchero
  • 4 uova medie
  • 180 gr burro
  • 180 gr farina
  • 100 gr di nocciole
La preparazione di questo dolce è semplicissima (dopotutto è americano...passatemi la battuta! XD).
Facciamo sciogliere a bagnomaria il cioccolato con il burro, e lasciamolo raffreddare.
Sbattiamo a mano le uova, NON si devono montare.
Le uniamo al composto di cioccolato e burro.
Aggiungiamo lo zucchero, incorporiamo e successivamente la farina.
Infine, le nocciole tritate grossolanamente.
Versiamo il composto in una teglia rettangolare, inburrata e infarinata...io l'ho cosparsa di cacao amaro!
Inforniamo per 30 minuti nel forno pre-riscaldato a 180°!

Lasciamo raffreddare, tagliamo a quadrotti, e cospargiamo con lo zucchero a velo!

Io li ho serviti così:



Sono goduriosi!
Io senza panna o senza gelato non avrei potuto mangiarli perchè trovo fortissimo il cioccolato fondente, ma se siete amanti/cioccolato dipendenti...allora godrete!
Anche mia nonna ne è andata pazza!!!!

Buon appetito...

Marta

lunedì 23 aprile 2012

Spaghetti in salsa rosa e pancetta

Buongiorno e buon inizio di settimana!


Come iniziare questo lunedì se non con una ricettina tutt'altro che triste?


Qualche sabato fa, i miei genitori sono stati invitati a cena dagli amici storici, e io e il mio fidanzato super-paziente siamo rimasti a casa con mia nonna, che aveva bisogno d'essere tirata un po' sù.
Una buona occasione per coccolare la nonna e il fidanzato, no?
Una delle cose che ho preparato è stata questa pasta.
Ero indecisissima sino all'ultimo, perchè volevo fare una carbonara ma volevo anche usare i pomodorini, ma non solo loro..volevo una pasta legata..e c'era della panna aperta..e quindi, è uscito questo!


Ingredienti: (per 3 persone)


° 200 gr di spaghetti 5
° pancetta pepata
° pomodorini a go go
° mezza cipolla
° panna da cucina
° olio evo
° formaggio grattugiato.


Per prima cosa, ho fatto soffriggere la pancetta tagliata a cubetti con la cipolla..in modo che si sciogliesse un po' il grasso. Poi ho aggiunto i pomodorini tagliati a metà, e di qua e di là li ho schiacciati in modo che uscisse l'acqua di vegetazione e formasse una cremina rossiccia.
Ho fatto bollire l'acqua, l'ho salata e ho buttato gli spaghetti.
Come cottura, di norma, hanno 9/10 minuti...io li ho scolati a 5 minuti e li ho fatti finire di cuocere nella padella, aggiungendo la panna da cucina, non tanta, se no diventava troppo grassa la pasta.
Ho aggiunto un po' d'acqua di cottura, e poi ho servito con una grattugiata di formaggio sopra!
Ed ecco fatto!




Si è capito che amo la pasta lunga? XD


Buona giornata..e buon appetito!


Marta

martedì 17 aprile 2012

Tortini alle fragole e gocce di cioccolato

Salve a tutti!


Si, sono ancora viva, non me la sono data a gambe levate.
Questi ultimi tempi sono stati particolarmente impegnativi, tra la casa nuova (che a breve verrà inaugurata) e il nuovo impegno delle elezioni nel mio paese, e ho dedicato meno tempo alla cucina.
Però, meno tempo non significa "zero tempo", perchè qualcosina l'ho cucinata questo week-end appena passato.


I miei genitori sabato sono tornati a casa con una cassetta da 1 kg e mezzo di fragole...in frigo avevo ancora 2 yogurt da usare...e del cioccolato avanzato dalle uova di Pasqua..e qualcosina da questo mix è arrivato!



Ingredienti:



  • 2 vasetti di yogurt naturale non zuccherato
  • 6 vasetti di farina 00
  • 4 vasetti di zucchero
  • 3 vasetti di olio di semi di soia
  • 6 uova medie
  • 2 bustine di lievito vanigliato
  • 70 gr di cioccolato fondente o di gocce di cioccolato
  • 2 vaschette di fragole belle mature
  • pirottini di carta
L'impasto da fare è semplicissimo.
Consiglio solo di dare l'attenzione che si merita all'inizio, far montare bene le uova e poi le uova con lo zucchero, il composto dev'essere gonfio, vellutato e chiarissimo.
Incorporate l'olio, lo yogurt e per ultima la farina, possibilmente setacciata, in modo che non si creino dei grumi.
Poi il lievito, fatelo amalgamare per bene.
Quindi, tagliate le fragole a pezzetti, non troppo piccoli ma neanche grandi, visto che andranno dentro i pirottini!
E se non avete le gocce di cioccolato, e come me dovete consumare le uova di Pasqua...semplicemente lo spezzettate grossolanamente.
Amalgamate per bene, fate attenzione soprattutto al cioccolato, che tenderà ad andare nel fondo (com'è successo a me!).
Quindi, riscaldate il forno a 180°.
Mettete l'impasto nei pirottini, riempendoli per 3/4, e se come me ve ne avanza prendete una teglietta, la carta forno e lo mettete là!
Cuocete i tortini per 25 minuti a 170°.
Lasciateli raffreddare prima di mangiarli!!!



Viva le fragole, e viva il cioccolato delle uova!

Buon appetito..a presto!

Marta

martedì 10 aprile 2012

La MIA pastiera!

Buona Pasqua a tutti voi!!!!


Come avete passato queste giornate di vacanza?


Io devo dire abbastanza bene, nonostante il tempaccio..per lo meno il giorno di Pasquetta ha fatto un bel sole ed ho potuto godermi la giornata in famiglia nella mia splendida Carloforte!


E per la prima volta, quest'anno ho deciso di cimentarmi nella pastiera napoletana.
Solo che, ho deciso di sostituire i canditi con il cioccolato, perchè non tutti amano i canditi, me compresa..e ho fatto bene, perchè tutti ne sono andati pazzi!

Ingredienti:

Per la frolla:

  • 250 gr di farina 00
  • 130 gr burro morbido
  • 1 uovo intero + 1 tuorlo
  • 100 gr zucchero
  • una bustina di vanillina
Per il ripieno:
  • 400 gr ricotta di pecora
  • 2 uova intere + 2 tuorli
  • 300 gr zucchero
  • una bustina di vanillina
  • 30 gr burro
  • 270 gr grano cotto
  • 200 ml latte
  • 150 gr gocce di cioccolato al latte
Ho letto che anticamente la pastiera veniva preparata almeno 3 giorni prima della Domenica di Pasqua, cosicchè potesse riposare e rimanere molto saporita.
Così ho fatto.
Prima di tutto, la frolla..che ha necessità d'essere preparata il giorno prima di cuocerla.
Non c'è bisogno di usare la planetaria per queste dosi, le vostre mani saranno un meraviglioso strumento.
Una volta fatta una bella palla di pasta frolla profumata, la avvolgete nella pellicola trasparente e la mettete in frigo, sino al giorno dopo.
Quindi, per il ripieno, ho fatto per prima cosa la crema di ricotta.
Ho unito alla ricotta di pecora le uova e i tuorli, lo zucchero e la vanillina e ho fatto montare bene il composto, quindi ho ricoperto il recipiente di pellicola e l'ho lasciata riposare qualche ora.
Poi ho preparato la crema di grano: ho messo in un pentolino i ml di latte, il grano e il tocchetto di burro, e ho mescolato, con pazienza, a fuoco dolce...e quando s'è formata una crema, ho spento il fuoco e ho fatto raffreddare per qualche ora.
Infine, ho unito le due creme e ho incorporato il cioccolato al latte fatto a pezzetti, e una volta stesa la frolla, l'ho riempita con il composto..e con la frolla rimanente ho fatto le strisce e le ho posizionate.
Ho infornato nel forno pre-riscaldato a 180° per 1 ora e 20 minuti.
La pastiera "a modo mio" ha riposato circa 2 giorni e mezzo...ed era buonissima...



Buona giornata!
Marta

venerdì 23 marzo 2012

Fregola al sapore di sale..e di mare!

Buongiorno!


Finalmente venerdì!


Oggi sono molto felice, nella casetta nuova abbiamo un tavolo e delle sedie..bellissime! <3
E..non vedo l'ora di renderli utili! :)


...vi ricordate le crepes di carasau..coi gamberoni?
...e vi ricordate che avevo sgusciato quei gamberoni e vi avevo raccomandato di non buttare le teste e i gusci?
Ecco cosa ci ho fatto!




Una fregola cotta con la bisque di carapaci,  con cozze, vongole e calamaretto!


Vediamo come procedere!


Ingredienti: (dosi per 6/7 persone)


Per la bisque:

  • i resti dei gamberoni sgusciati: quindi, gusci e teste.
  • carota
  • sedano
  • zucchina
  • cipolla/aglio
  • olio evo
  • ghiaccio e acqua fredda
Per la fregola:
  • 400 gr di fregola piccola
  • 300 gr di cozze
  • 200 gr di vongole
  • 1 calamaro
  • olio evo
  • pomodoro secco
  • sale q.b.
  • peperoncino q.b.
  • prezzemolo
Allora, iniziamo a preparare la bisque, o fumetto di gamberoni.
In cucina non si butta niente, e la bisque è la prova tangibile che i "resti" possono creare qualcosa di meravigliosamente squisito.
Prendete un pentolino, metteteci un filo d'olio, i carapaci, i culetti della zucchina, della carota, aglio, sedano..e fate soffriggere a lungo, sentirete che profumino!
Poi aggiungete circa 5 cubetti di ghiaccio e un po' d'acqua fredda.
E lasciate cuocere il brodo.

Ora, in un tegame capiente versate un filo d'olio d'oliva e la fregola e la fate tostare adeguatamente.
Solo quando la fregola è ben tostata, come si fa con il riso...allora iniziate a cuocere con il brodo che avete preparato. Attenzione, dovete versarlo sempre da tiepido, mai da freddo.
Girate e continuate a versare il brodo quando la fregola lo richiede!
Nel frattempo, fate aprire le cozze e le vongole.
Io l'ho fatto nel microonde.
Ho usato un recipiente di plastica, ho versato le cozze PULITE e le vongole altrettanto pulite, prezzemolo e aglio, niente acqua e niente olio. L'ho coperto minuziosamente con la pellicola trasparente, non deve passare aria, e in circa 3 minuti alla massima potenza (850) le cozze e le vongole si apriranno!
Allora, ho sgusciato le cozze, e le vongole no...potete anche sgusciarle, io non l'ho fatto per una questione di estetica!
Poi ho pulito e tagliato il calamaro e l'ho cotto a parte con un filo d'olio e pomodoro secco.
Una volta che la fregola è pronta, meglio se al dente e non asciutta, dev'essere abbastanza brodosa..o come si suol dire, all'onda...allora aggiungiamo le vongole, le cozze e il calamaro.
E anche l'acqua delle cozze filtrata.
Saliamo e mettiamo il peperoncino, q.b.
Aggiungiamo un filo d'olio, e lasciamo riposare per massimo 4 minuti.

...e serviamo!

Vedrete che bontà!




Buon appetito!


Marta