domenica 29 gennaio 2012

Pizza in bianco del contadino!

Eccola qua!


Invitante, eh?
L'altra sera ho fatto la pizza nel forno a legna di papà, e visto che il mio ragazzo aveva avuto da poco problemi di stomaco, era meglio non mangiasse pomodoro, che è un po' acido, così ho inventato una pizza leggera e delicata...ma buonissima...


Ingredienti: 


° per la pasta della pizza: (per 3 teglie, quindi 5/6 persone)

  • 1 kg di farina
  • olio evo q.b.
  • sale q.b.
  • acqua
  • 2 panetti di lievito di birra
° per la "farcitura":
  • funghi champignon 
  • arrosto di tacchino (4/5 fette)
  • rosmarino
  • 2 mozzarelle fiordilatte
Prima di tutto, facciamo l'impasto, a mano o con l'impastatrice e facciamo lievitare per un paio d'ore.

Puliamo i funghi e tagliamoli FINI FINI (se non non si cuociono in forno), e scoliamo la mozzarella e la avvolgiamo in 2 scottex in modo da asciugarla per bene.

Stendiamo la pasta della pizza, e mettiamo i funghi, l'arrosto di tacchino, il rosmarino, e infine i tocchetti di mozzarella, un filo d'olio d'oliva finale.

Nel forno a legna cuoce sui 5 minuti, tagliate la pizza e....GUSTATEVELA!




Buon appetito..e buona domenica!

Marta

mercoledì 25 gennaio 2012

Spaghetti integrali con sughettino di pomodorini e tonno

Buongiorno cari e care!


Vi direte: "ma sta ragazza posta solamente dolci!!" eeeeee avete ragione, perchè i primi e i secondi li faccio sempre di fretta e finisco per non fotografarli!
Ma l'altro giorno, visto che a pranzo tutti avevano qualche avanzo da mangiare tranne me, ho deciso di cucinarmi  i miei ADORATI spaghetti integrali.
Ora che li ho trovati, non li lascerò PIU'! <3




Ingredienti per 2 persone:

  • 140 gr di spaghetti integrali
  • 5 pomodorini
  • una scatoletta di tonno sott'olio sgocciolato
  • prezzemolo q.b.
  • cipolla
  • olio evo
  • sale q.b.
  • peperoncino, un pizzichino
Comq noterete, questa è una ricetta di chi ha poco tempo e vuole prepararsi un pranzettino completo, e squisito!
Prima di tutto, tagliate metà cipolla piccola, dev'essere quasi tritata e la fate soffriggere nell'olio d'oliva extravergine.
Nel frattempo, vi tagliate a dadini i pomodorini e sgocciolate il tonno.
Mettete sù l'acqua per la pasta.
La cipolla deve diventare dorata, allora mettete i pomodorini e il tonno tutto spezzettato!
Lasciate andare, aggiungendo un pizzico di sale, il prezzemolo e un pizzichino di peperoncino: l'acqua che rilasciano i pomodorini deve consumarsi, e nel frattempo buttate quei fantastici spaghetti scuri scuri!
Questi spaghetti integrali sono un po' più grossi rispetto a quelli "di tutti i giorni", perciò dovranno cuocere circa 12 minuti.
Quando scolate gli spaghetti, aggiungete 2 cucchiai di acqua di cottura nel sughettino e fate mantecare 2 minutini gli spaghetti, in modo che si insaporiscano per bene.


Ecco gli spaghetti FUMANTIIIIIIIIII!

Buon appetito!

Marta

martedì 24 gennaio 2012

Ciambellone della domenica

Buonasera cari e care!


Oggi è il momento di farvi conoscere questo meraviglioso soffice ciambellone che ho deciso di chiamare "della domenica", perchè...chi non desidererebbe alzarsi la domenica mattina e trovare un bel gustoso ciambellone e un cappuccino fumante?
Un ciambellone "da inzuppo"!!! 


Ingredienti: (per una tortiera da 30 cm)

  • 6 uova
  • 350 gr farina 00
  • 2 bicchieri di zucchero
  • 1 bicchiere d'olio
  • 1 bustina di vanillina
  • 1/2 bicchiere di latte
  • 1 bustina di lievito vanigliato
  • 100 gr di cioccolato fondente
Prima cosa: mettiamo le 6 uova nell'impastatrice e facciamola andare, finchè il composto non risulterà spumoso.
Incorporiamo lo zucchero e facciamo andare anch'esso.
Nel frattempo, facciamo sciogliere a bagnomaria il cioccolato fondente spezzettato, e una volta sciolto e senza grumi, lasciamolo raffreddare.
Quindi, nell'impastatrice aggiungiamo l'olio, il latte e una volta che l'impasto è ben amalgamato, aggiungiamo la farina poco a poco, senza far formare gli sgradevoli grumi!
Per ultimo, aggiungiamo la vanillina e il lievito.
Una volta pronto il composto, imburriamo e infariniamo lo stampo, e ci mettiamo metà dell'impasto: ovviamente...a occhio!
L'altra metà dell'impasto la useremo amalgamando il cioccolato fondente sciolto, e poi lo riverseremo nello stampo sopra l'altro impasto.
Inforniamo a 150° per un'ora!



Ecco pronto il vostro ciambellone tutto da inzuppare!

Buon appetito..

Marta

lunedì 23 gennaio 2012

Torta di carote e mandorle

Buongiorno a tutti e tutte!


Rieccomi dopo questo week-end, con una ricetta sana e deliziosa: la torta di carote e mandorle.
Anni fa provai a fare una torta di carote, ma il risultato fu disastroso: a me non piaceva per niente, tuttavia alla mia famiglia si. 
Quindi, ho deciso che era arrivato il momento di riprovare.
Questa ricetta me l'ha data un'amica dolcissima, che a giorni avrà due bellissimi gemelli, grazie Giulia! <3


Ingredienti: (per una tortiera di 24 cm)

  • 300 gr di carote grattugiate
  • 300 gr farina 00
  • 230 gr di zucchero
  • 100 gr di mandorle tritate finemente
  • 1/2 bicchiere di spremuta d'arancia
  • 1 bicchiere d'olio
  • 1 bustina di lievito vanigliato
  • 3 uova
Prima di tutto, lavate e pelate le carote e tritatele per bene, e assieme anche le mandorle.
Mettetele da parte.
Prendete le uova e iniziate a lavorarci con lo sbattitore, date sempre molta attenzione a questa fase.
Quando le uova saranno belle chiare e spumose, aggiungete lo zucchero..e fate diventare il composto uno zabaione chiarissimo e spumosissimo.
Così, aggiungete l'olio e la spremuta d'arancia.
Una volta amalgamato il tutto, pian pianino mettete tutta la farina: evitate i grumi, mi raccomando!
E' il turno delle carote e delle mandorle!
L'impasto dev'essere bello omogeneo.
Infine, aggiungete il lievito.
Preriscaldate il forno a 180°.
Io ho usato uno stampo in silicone, e non c'è bisogno di imburrarlo...ma se voi usate uno stampo normale, ricordatevi di imburrarlo e infarinarlo.
Infornate, per 50 minuti.
Una volta che la torta si è raffreddata, cospargete abbondamente di zucchero a velo, perchè la torta non è dolcissima!


L'effetto è delicato, croccante ai lati e umido all'interno.
Saporito, sano e fresco!

Buon appetito!

Marta

mercoledì 18 gennaio 2012

Torta alle mele e cannella semplice

Buongiorno caro blog!


Gli impegni di questi ultimi giorni mi hanno tenuta lontana, tra tinte, carteggiature, smalti all'acqua ho avuto tanto da fare!
Ma torno con una fantastica torta: io AMO le mele, e AMO le mele nei dolci!
Li rendono delicati, umidi, particolari...e un po' di cannella non guasta mai! :)


Ingredienti:

  • 200 gr farina 00
  • 200 ml latte
  • una bustina di lievito vanigliato
  • 500 gr di mele a dadini
  • un pizzichino di sale
  • 2 uova
  • vanillina
  • 200 gr di zucchero
  • 100 gr di burro o di olio
  • cannella q.b.
La procedura è la semplice e solita delle torte.
Con lo sbattitore montiamo le uova con lo zucchero, e raggiungiamo un effetto spumoso.
Poi aggiungiamo il latte e l'olio, e amalgamiamo.
Ora aggiungiamo la farina setacciata, la vanillina, il pizzichino di sale e la cannella...io ne metto a volontà!
Ora lasciamo riposare l'impasto e occupiamoci delle mele.
Le laviamo, sbucciamo e le tagliamo a dadini, una volta pronte le aggiungiamo all'impasto e incorporiamo.
Imburriamo e infariniamo una tortiera da 26 cm, e mettiamo l'impasto.
Inforniamo nel forno pre-riscaldato a 180° per 50 minuti.
E quando diventa a temperatura ambiente, spolveriamo con zucchero a velo e cannella...
..ed ecco pronta!

E' un dolce tanto semplice quanto squisito.
A cena a casa mia è andata via più di metà torta, una fettina tirava l'altra!

Buon appetito,
Marta

venerdì 13 gennaio 2012

Risotto alle zucchine arrabbiate

Buonasera cari e care!


Stasera, vi posto una ricettina inventata da me.
Ieri mattina mamma mi ha dato da preparare il pranzo, e ha "ordinato" risotto, ahhhhhhhhh io non è che amo tanto i risotti, soprattutto in questo periodo.
E allora, ho voluto inventare qualcosa di saporito, che mi facesse venire l'acquolina...quasi ci è riuscito.


Ingredienti.

  • 230 gr riso che non scuoce
  • 2 zucchine verdi belle grandi
  • cipolla
  • olio evo
  • peperoncino q.b.
  • 1 mozzarella
  • vino bianco
  • 2 mestoli di sugo a pezzetti
  • sale q.b.
  • parmigiano
  • dado vegetale
Allora.
Iniziamo lavando le zucchine e tagliandole a cubetti non troppo grandi.
Tagliamo anche la cipolla e facciamola soffriggere in una padella grande con l'olio evo, finchè non diventa dorata, a quel punto aggiungiamo le zucchine.
Facciamo rosolare per bene le zucchine, girandole perchè la doratura sia omogenea.
Se fate rosolare bene le zucchine, il sapore del risotto sarà molto più deciso!
Ora, aggiungiamo il riso, e lo facciamo tostare, assieme alle zucchine.
Sfumiamo col vino bianco!
Nel frattempo, in un tegamino scaldiamo dell'acqua con del dado vegetale, io uso quello in polvere.
Quando il vino è sfumato, aggiungiamo un po' di brodo e i due mestoli di sugo a pezzi, e facciamo andare il riso. Quando lo vediamo asciutto, aggiungiamo brodo e così via!
A nostro piacimento, mettiamo un pochettino di peperoncino in polvere.
Sinchè il riso non è al dente...a quel punto, lo togliamo dal fuoco e lo lasciamo riposare qualche minuto.
Tagliamo la mozzarella a pezzetti piccoli piccoli.
Mettiamo il risotto in una pirofila, e amalgamiamo la mozzarella...attenzione, lasciamone un po' da cospargere sopra col parmigiano.
Ora inforniamo per 5/10 minuti col grill sia nel forno sia nel microonde.

Il risotto è pronto!


Vedrete, sarà piccantino al punto giusto, filante e saporitissimo!


Buon appetito!


Marta

mercoledì 11 gennaio 2012

Crostata salata integrale con zucchine, salmone e pinoli

Buongiorno cari/e!


Per oggi un'altra ricettina, che per me è stato un esperimento.
Ho comprato la farina integrale (io amo l'integrale!!!) e volevo provare a fare la pasta frolla integrale.
Così ho pensato ad una crostata salata con verdure, salmone affumicato avanzato e pinoli, croccanti!


Ingredienti:
---> per la frolla

  • 300 gr di farina integrale
  • 100 gr di burro morbido
  • 1 tuorlo d'uovo
  • 1 pizzichino di sale
  • acqua q.b.
---> per il ripieno
  • 4 zucchine medie
  • 100 gr di salmone affumicato
  • cipolla
  • pinoli (una manciatina)
  • 2 uova
  • olio evo
Prepariamo la frolla.
Io ho usato le mie mani perchè l'impastatrice non impasta bene così poca farina.
Ma ci si mette davvero poco, una volta uscita una bella pallina di pasta scura, avvolgiamola nella carta trasparente e facciamola riposare in frigo per una mezzoretta.
Quindi, prepariamo le zucchine.
Tagliamole a rondelle, tagliamo la cipolla e facciamola soffriggere con un cucchiaio d'olio.
Quando la cipolla è diventata dorata, aggiungiamo le zucchine e facciamole dorare anch'esse.
Poi aggiungiamo un pizzico di sale, cosicche fuoriesca tutta l'acqua e si cuociano con la loro acqua.
Non finiamole di cuocere, ci penserà il forno!
Facciamole raffreddare e aggiungiamo il salmone spezzettato e i pinoli.
Ora, riprendiamo la frolla integrale e stendiamola su una teglietta.
Versiamo il ripieno, e aggiungiamo 2 uova sbattute con un pizzico di sale.
Ciò che rimane della frolla usiamolo per decorare la crostata.

Inforniamo nel forno pre-riscaldato a 180° per 20 minuti circa.

Ed ecco fatto!

Sarà una crostata salata rustica e saporita!

Buon appetito!

Marta

martedì 10 gennaio 2012

Lasagne bianche al pesto e salmone affumicato

Buongiorno a tutti e tutte!
Come sta andando l'inizio del nuovo anno?


Ah, come avrete notato, qua un po' di alti e un po' di bassi!


Oggi vi propongo una ricetta GOLOSISSIMA.
Le lasagne in bianco, al pesto e salmone affumicato.




Ingredienti:

  • 700 gr di sfoglie di lasagna
  • 2 confezioni di pesto pronto
  • besciamella (da 1 litro di latte)
  • 300 gr di salmone affumicato
  • latte q.b.
Ho usato il pesto pronto, ahimè, perchè non è esattamente stagione di basilico e oltre a costare tantissimo, non è buono come quando è di stagione.
Se farete questa ricetta tra qualche mese, vi consiglio assolutamente di preparare il pesto a casa, non c'è paragone! Soprattutto, se il basilico l'avete in casa come noi!
Quindi, usate una teglia bella grande, noi l'abbiamo usata per 10 persone.
Bagnatela di besciamella (questa facciamola in casa!), e iniziate a posare i fogli di pasta.
Poi unite il pesto alla besciamella, così da fare una crema gustosissima e omogenea.
Alternate strati di besciamella+pesto e salmone affumicato e fogli di pasta.
Io ho fatto 6 strati, in tutto.
All'ultimo strato, ricoprite di besciamella e date una spolverata di parmigiano, ma non esagerate, rischia di coprire il gusto!

Consiglio: preparate le lasagne la sera prima dell'utilizzo, così cominceranno a raccogliere tutto il sapore del pesto e del salmone, e cominceranno ad imbibirsi di sapore.

Per la cottura: prima di infornare, versate un goccio di latte nei 4 angoli, la renderà più morbida, e cuocete nel forno pre-riscaldato a 180° per 20 minuti..e gli ultimi 5 minuti mettete in grill, si formerà una piacevole crosticina!


Accompagnate con un Vermentino, delizioso!

Buona appetito..e a presto!

Marta

lunedì 9 gennaio 2012

Giovani d'oggi: giovani persi.

Oggi ho bisogno di sfogarmi, e mi son detta: si, è un blog di cucina, ma è il MIO blog.
E allora scrivo anche quello che penso.
La ricetta adatta al mio umore sarebbe sicuramente "Pennette all'ARRABBIATA".

Arrabbiata perchè sono stanca.
Vi siete mai sentiti dire: "Sai, quando avevo la tua età, ho studiato e lavorato e ciò che faccio oggi me lo sono meritato!"
Si, con un po' d'aria di supponenza.
A me lo dicono continuamente e sono stufa.

Perchè?
Perchè quando TU avevi 24 anni, magari lavoravi già da 6 anni, o anche da 8 anni, e avevi la terza media.
Perchè quando tu avevi la mia età, se eri capace di far qualche cosa, il lavoro lo trovavi.
Perchè quando hai studiato tu, allora si..che le scuole erano difficili, mica come le nostre adesso...dove sono (siamo) tutti asini, facilitati!
Perchè quando sei andato all'università tu...allora si che i professori erano brutti e cattivi, e anche un 18 era sudato, adesso invece...i 30 li regalano!
Perchè quando tu avevi la mia età POTEVI studiare e lavorare, perchè anche un lavoro in un bar lo trovavi, anche senza esperienza, e adesso invece?
Perchè quando avevi la mia età, essere laureati valeva qualcosa.
Essere maturati al Liceo Classico valeva qualcosa.
Perchè non esistevano i corsi di laurea triennali e quelli magistrali, ne esisteva uno.
Perchè non dovevi scrivere una tesi inutile per poi dover scoprire che non c'era un corso magistrale adatto al tuo ambito.
Perchè quanto TU avevi la mia età avevi POSSIBILITA'.

Quelle che noi non abbiamo.

Noi non troviamo lavoro nè con la terza media, nè col diploma, nè con la laurea e magari neanche col master.
A meno che, scordavo, siamo nati fortunati.
Noi studiamo per avere tanti 30 e non saper fare nulla.
Noi cerchiamo lavoro e neanche la riceviamo una risposta.
Ci laureiamo alla triennale, per poi sentirci dire che non siamo NIENTE, non serviamo a NIENTE.
Chissà se dopo due anni, invece siamo qualcuno.

Perchè NOI le vostre possibilità le vorremmo...le vorremmo tanto.


Marta.

p.s. A tutti quelli, come me, che avrebbero tanti sogni da realizzare, ma sono nessuno.

sabato 7 gennaio 2012

Cestini di brisée con mousse al salmone affumicato

Buongiorno a tutti!


Oggi mi sembra un lunedì, perchè ieri abbiamo pranzato insieme con tutta la mia famiglia mia e di Fidanzato...e invece è sabato, meno male!
Ho deciso di postare stamane una ricettina semplicissima e sfiziosa, un valido antipasto fresco e goloso al gusto di salmone affumicato...ingrediente fantastico!


Ingredienti: (per 6 cestini)

  • un rotolo di pasta brisée (o la preparate voi..)
  • 150 gr di salmone affumicato
  • 70 gr di mascarpone
  • 100 gr di ricotta di pecora
  • qualche erbetta aromatica
Come noterete dagli ingredienti, questa ricetta è velocissima, e facilissima, e nonostante questo sarà molto apprezzata dai vostri ospiti.
Io ho utilizzato un rotolo già pronto di brisée perchè stava per scadere e andava consumata, non si butta mai il cibo!
L'ho ritagliata in 6 parti, mantenendo la carta forno che c'è nella confezione e i quadrati li ho messi negli stampini dei muffins...non avendo altri stampi adatti mi sono accontentata di questi!
I ritagli rimangono abbastanza grandi, perciò dove sporgeva la pasta l'ho raggrinzita in modo che sembrasse quasi un tovagliolo..e l'ho cotta in forno a 200° per 15 minuti.
Nel frattempo, ho spezzettato nel mixer 100 grammi di salmone affumicato, la ricotta di pecora (che è più saporita di quella vaccina) e il mascarpone, non c'è bisogno di abbondare col mascarpone, ne basta poco!
Così, si è formata una mousse cremosissima, e molto ROSA! :)
Una volta che i nostri cestinetti sono cotti e si sono raffreddati, con un sac-à-posh ho messo la mousse al loro interno, e ho decorato con una strisciolina di salmone affumicato.
Ed ecco che i nostri cestini sono pronti!
Ecco fatto!

Buon appetito...e a presto con un'altra ricetta!

Marta

giovedì 5 gennaio 2012

Tortino al cioccolato e nocciole con cuore fondente

Bonjour a tout le monde!

Come inizia l'anno nuovo?
Ieri abbiamo capito d'avere un serio problema con i mobili Ikea ordinati a ottobre, e ci tocca spuntarla..altrimenti dovremo spostarci di nuovo dall'isola per risolvere il tutto...e come sapete, i prezzi delle navi non sono di certo modici...ahinoi!!!!!

Ci vuole qualcosa per addolcirci, niente di meglio di un bel dolce al cioccolato fondente: fa bene all'umore.


Ingredienti (per ben 12 tortini)
  • 200 gr di cioccolato fondente
  • 200 gr di burro
  • 160 gr di zucchero
  • 40 gr di farina
  • 20 gr di cacao amaro in  polvere
  • 4 uova
  • 40-50 gr di nocciole sbriciolate
Per prima cosa, mettiamo a bollire un po' d'acqua e un pentolino sopra a bagnomaria, e ci spezzettiamo dentro il cioccolato e il burro, e lasciamo sciogliere mescolando dolcemente.
Una volta che il cioccolato e il burro si sono sciolti e ben amalgamati...prendiamo una bella boule e una frusta.
Iniziamo a versare le uova e le facciamo diventare belle spumose, poi aggiungiamo lo zucchero, amalgamiamolo bene..e infine la farina e il cacao amaro.
Quando il composto sarà bello spumoso e arioso, aggiungiamo il cioccolato e il burro fuso, che nel frattempo avranno raggiunto una temperatura ambiente.
L'impasto deve diventare omogeneo, bello nero, e a questo punto incorporiamo le nocciole tritate.
Ora, prendiamo i pirottini e li cospargiamo prima di burro e poi, al posto della farina, di cacao amaro.
Versiamo l'impasto nei pirottini, riempendoli di 3/4.
I tortini vanno cotti nel forno pre-riscaldato a 180° per 13 minuti.
Una volta cotti, aspettiamo 1 minuto e li sformiamo su un piattino..
Per guarnire io ho utilizzato una spruzzata di zucchero a velo e panna montata, fresca, per contrasto al caldo del cuore del tortino.

Vedrete che con questi tortini il successo è assicurato.
Le nocciole sono una goduriosa variante, perchè "scrocchiano" sotto i denti rispetto alla cremosità del tortino.


Slurp!

Buon appetito e..buona giornata!

Marta

martedì 3 gennaio 2012

Calamari ripieni

Buongiorno!
Eccomi qui con una nuova ricetta...sublime!
Stavolta è una ricettina sarda, i calamari ripieni.
Ingredienti:

  • 2 calamari freschi belli grandi
  • pomodorini
  • prezzemolo
  • aglio
  • pomodoro secco
  • olio evo
  • pane grattugiato
  • vino bianco
Innanzitutto, i calamari sono buoni anche da surgelati...ma freschi sono tutta un'altra cosa, quindi ve li stra-consiglio belli freschi di giornata.
La prima cosa da fare è pulirli, togliamo occhi, nero e tutto quanto.

Dopodichè, togliamo i tentacoli e le ali, e li tagliuzziamo a pezzetti più piccini che possiamo.
Tagliuzziamo anche i pomodorini...

Il pomodoro secco...

L'aglio e il prezzemolo...

E mescoliamo per bene il ripieno, aggiungendo sale e olio q.b. e il pane grattugiato.

Ora riempiamo i calamari..facendo attenzione a mandare più giù che si può il ripieno..il calamaro deve risultare ciccione ciccione! (poi lo chiudiamo con due stuzzicadenti)

Ora che sono stati riempiti i calamari, li mettiamo in una pirofila da forno, e condiamo con pomodoro secco, pomodorini, prezzemolo, aglio (non tritato), olio, sale e abbondante vino bianco.

Inforniamo nel forno pre-riscaldato a 180 gradi, coprendo la pirofila con la carta d'alluminio.
Dopo 15 minuti, giriamo i calamari.
Dopo altri 15 minuti li giriamo di nuovo.
Dopo altri 15 minuti, togliamo la carta d'alluminio e li lasciamo un altro quarto d'ora.
Una volta cotti, li tagliamo a pezzetti:

I nostri calamari sono pronti da gustare...e vi consiglio un bel Vermentino..
Mi viene l'acquolina in bocca a raccontarvi questa ricetta, sono favolosi!

Buon appetito..alla prossima!

Marta

lunedì 2 gennaio 2012

Ravioli ripieni di mozzarella di bufala e basilico, con un sughetto di pomodoro ristretto

BUON ANNO A TUTTIIIIIIIIIII!
Che il 2012 ci porti più serenità, ci porti salute e lavoro!





Iniziamo l'anno nuovo con una ricettina che per me è stata un esperimento...ed è uscito alquanto bene!
Meno male!
Avevo assaggiato praticamente un anno fa, in un ristorantino sfiziosissimo "Anim'e Cozze", che qua a Cagliari ahinoi non c'è, questi ravioli alla mozzarella di bufala..buonissimi.
E, a distanza di un anno, ho voluto provare a farli...per il cenone del 31!


Ingredienti:
---> Per la pasta (per 30 ravioli circa)

  • 200 gr di farina 00
  • 1 uovo
  • sale q.b.
  • acqua q.b.
---> Per il ripieno
  • una mozzarella di bufala da 250 gr
  • 2 foglie di basilico tritate
--->Per il sughetto
  • 2 mestoloni di sugo a pezzettoni
  • cipolla
  • olio evo
  • sale q.b.
  • un pizzico di zucchero
  • basilico
Anzitutto, si fa la pasta.
Stavolta non ho usato l'impastatrice, perchè per dosi così esigue non la spreco neanche...quindi, ho fatto con le mie manine.
Mettere su una tavola la farina, l'uovo, il sale e iniziare ad impastare...aggiungendo a poco a poco, se e quando necessario l'acqua o un po' di farina.
L'impasto viene bello elastico.
Con la macchina per stendere la pasta, man mano, fare delle sfoglie sottili (io ho usato la posizione 6) dove poi bisogna posizionare il ripieno.
A questo punto, preparare il ripieno: è semplicissimo.
Far sgocciolare preventivamente la mozzarella, poi spezzettarla ben bene e aggiungerci le foglie di basilico tritate e mescolare.
posizionare il ripieno sulla sfoglia, sovrapporre un altra sfoglia, fare attenzione a togliere l'aria, e poi tagliare la forma del raviolo...io l'ho fatto tondo, con una formina per biscotti..(tondo ma con le ondine).
Allora, fare attenzione a calcare sui lati per bene...e il raviolo è pronto.
A me sono venuti circa 30 ravioli.

Ora, prepariamo il sughetto seeeeemplicissimo.
Anche perchè il sapore dev'essere armonico con il raviolo e non deve sovrapporsi.
Facciamo soffriggere un po' di cipolla con l'olio d'oliva...non abbondiamo troppo.
Una volta che la cipolla è dorata, aggiungiamo 2 mestoli di sugo a pezzettoni..aggiungiamo un pizzico di sale e di zucchero, e facciamolo cuocere per massimo 20 minuti.
Io l'ho fatto restringere per bene perchè lo preferisco così.
Alla fine, aggiungere delle foglioline di basilico.

I ravioli vanno cotti in abbondante acqua salata (è bene aggiungere un filo d'olio per evitare che si attacchino) per circa 5 minuti, io li consiglio al dente.
Poi vanno conditi col sughetto, non abbondantemente...
...e questa delizia è pronta!

Buon appetito!
..e a domani! :)

Marta